Hai paura di diventare povero? Ecco come evitarlo!

Non diventare povero come quest'uomo

Scopri quello che manca alla maggior parte delle persone e cancella per sempre la condanna alla povertà dalla tua vita!

Ti sei mai chiesto cosa succederebbe alla tua vita se tu diventassi povero, magari in seguito alla perdita del tuo posto di lavoro?

Al giorno d’oggi questa eventualità non è poi così improbabile. Ogni giorno siamo bombardati dai media con notizie sulla difficile situazione economica mondiale, su aziende che falliscono, su persone che dopo il licenziamento, troppo spesso, compiono gesti disperati spinti dalla grave situazione in cui si trovano.

Qualunque sia la tua professione, che tu sia un dipendente, un lavoratore autonomo o anche un piccolo imprenditore, se dipendi da una sola fonte di reddito corri il grave pericolo di diventare povero!

L’avanzamento della tecnologia nel corso dei decenni ha mietuto migliaia di posti di lavoro, a causa dell’automazione, e continuerà a farlo anche nel futuro.

Pensa, ad esempio, a quanti posti di lavoro sono andati persi in seguito all’automazione dell’agricoltura in seguito alla introduzione di macchine agricole sempre più avanzate! Quello che veniva fatto da 100 contadini (o più) ora viene fatto con un solo trattore guidato da una sola persona.

Che fine avranno fatto i restanti 99 contadini che si sono visti “rubare” il lavoro da un trattore?

Beh, quello che so è che non vorrei ritrovarmi al loro posto, magari dovendo pagare un mutuo e mantenere una famiglia.

In seguito fu il settore industriale a subire questo meccanismo. L’introduzione di sempre più avanzati robot nelle catene di montaggio fece perdere il lavoro a una moltitudine di operai.

 

Il crollo del mito del lavoro fisso.

Negli ultimi anni, oltre a continuare per i settori agricolo e industriale, questo fenomeno sta verificandosi anche per il settore terziario, quello dei servizi.

L’avvento dei computer e di sempre più moderne tecnologie fa si che anche negli uffici, nei magazzini, nei servizi di trasporto ecc, le persone impiegate sono sempre meno.

Questo fenomeno devastante, causato dall’avanzamento tecnologico, è inarrestabile e continuerà a mietere vittime tra i posti di lavoro e le varie figure professionali provocando un vero e proprio  olocausto dei posti di lavoro.

Alcune figure professionali probabilmente fra pochi anni non saranno più necessarie in quanto sostituite completamente da robot o automatismi.

Lo si ripete ormai da anni: non esiste più il lavoro fisso.

Vi sono decine, centinaia di esempi che potrei sottoporti per farti capire questa terribile verità. Ma mi limiterò a citarne giusto un paio.

Guarda questo video:

Ora, se lavori nella grande distribuzione, avrai capito cosa intendo. Questo tipo di stores sono già presenti negli Stati Uniti e in altri paesi e non solo sotto il marchio Amazon.

Pensa alle casse automatiche presenti nei vari supermercati e a quante commesse hanno perso il lavoro a causa di esse.

Ma anche in altri settori che hanno già visto la strage dei posti di lavoro si avrà un ulteriore taglio nel prossimo futuro. Nel prossimo video potrai vedere come Amazon ha rivoluzionato i suoi magazzini:

Un altro esempio sono i caselli autostradali. Quanti ancora sono con “l’omino” a cui paghi il pedaggio e quanti sono invece automatizzati o con Telepass?

La verità è che il lavoro, come lo intendiamo noi, non esisterà più. E non si parla di un futuro lontano.

 

Cambiare lavoro: perché non è la scelta corretta.

Cosa si può fare per evitare il fallimento  dopo aver perso propria fonte di reddito?

Una risposta a cui sicuramente starai pensando è che è sempre possibile cambiare lavoro, imparare una nuova professione (più in linea con i tempi) e cose di questo genere.

Ma sarebbe davvero efficace?

La mia risposta è no. E ti spiego il perché.

Ci sono fondamentalmente due ragioni:

  • la concorrenza: il numero di chi cerca lavoro è sempre in aumento ed è difficile riuscire a “prevalere” su tutti gli altri per aggiudicarsi un posto di lavoro (o nel caso di lavoratori autonomi imporsi sulla concorrenza e avere abbastanza clienti);
  • Impossibilità di stare al passo con la tecnologia: visto il progresso tecnologico continuo anche la nuova professione potrebbe diventare obsoleta o essere sostituita tramite la tecnologia.

Allora cosa potresti fare?

 

Guadagnare molto ed essere povero: alcuni esempi.

Come puoi evitare di diventare un povero disoccupato che vive solo di sussidi statali (sempre che ci siano le risorse)?

Prima di risponderti vorrei farti capire bene un concetto: che tu sia un semplice dipendente con uno stipendio da 1.000 euro mensili o una star del cinema che guadagna milioni per ogni film girato, hai esattamente le stesse possibilità di diventare uno straccione!

Se non credi a questa mia affermazione ti basta fare una piccola ricerca su internet. Conosci gli attori Jonny Deep e Nicolas Cage? Entrambi hanno guadagnato milioni di dollari per ogni film a cui hanno partecipato (spesso come attori protagonisti) eppure versano in condizioni finanziare disastrate e sono costretti a accettare incarichi e ruoli senza poter rifiutare al fine di ripagare la gigantesca mole di debiti che hanno contratto!

Pensi che sia solo un caso?

Ora voglio parlarti di Michael un trentaquattrenne inglese che all’età di soli 19 anni vinse alla lotteria ben 9,7 milioni di sterline (quasi 12 milioni di euro!).

Che fortunato vero? Chissà che vita splendida sta conducendo da ben 15 anni questo ragazzo! Automobili costose, viaggi, ville, bellissime ragazze!

Beh in effetti per qualche tempo è stato effettivamente così.

Michael subito dopo la vincita ha acquistato una lussuosa casa da 300.000 sterline, con tutti i comfort, spendendo altre 400.000 sterline in arredamento di lusso e piscina. Poi non si è fatto mancare automobili di lusso, e ha condotto una vita da rock star: sesso, droga e rock n roll.

Ma nel giro di pochi anni Michael è riuscito a sperperare tutta la sua vincita ed è anche finito in galera per detenzione illegale di droga!

Ora ogni giorno si reca a lavoro in una fabbrica dove confeziona biscotti e riceve uno stipendio di circa 200 sterline a settimana. Dal mio punto di vista ha gestito la sua vincita in modo disastroso e ora si ritrova povero in canna!

Ti ho raccontato la storia di Michael ma avrei potuto scegliere fra tantissime altre persone che hanno vinto grosse cifre di denaro e che sono finite in disgrazia, diventando più poveri di prima!

Le statistiche parlano chiaro: l’80% delle persone che vince alla lotteria diventa povero nel giro di pochi anni. Il 50% di questi “fortunati” arriva a compiere l’atto estremo del suicidio in seguito alla perdita di tutto quello che posseggono!

Pensaci bene la prossima volta che auguri a qualcuno (o a te stesso) di vincere alla lotteria. Stai praticamente augurando la morte di questa persona o la tua.

 

Il “segreto” delle persone di successo.

Ma cosa hanno in comune ricche star di Hollywood, vincitori della lotteria e semplici persone che si ritrovano ad un certo punto della loro vita a fare i conti con debiti insanabili e con la povertà?

In realtà l’origine delle loro sfortune sta in qualcosa che non hanno!

Ora ti invito a pensare a persone che conosci o meglio personaggi famosi che hanno fatto fortuna nella loro vita e trovare la cosa che li accomuna.

Ti faccio tre esempi:

  • Bill Gates (fondatore Microsoft, considerato l’uomo più ricco del mondo)
  • Warren Buffet (economista ed imprenditore)
  • Jeff Bezos (fondatore di Amazon)

Leggendo questi tre nomi potresti pensare che sia facile per loro essere ricchi ed evitare la povertà, in fondo due di loro hanno alle spalle aziende leader e uno è un investitore che muove milioni di dollari come fossero bruscolini!

Ma la loro vita non è sempre stata cosi! Hanno cominciato da zero nei loro rispettivi campi ed hanno creato degli imperi!

Sicuramente una delle ragioni del loro successo è che sono molto bravi in quello che fanno ma sicuramente non sono i migliori. Prendi ad esempio Bill Gates; non possiede nemmeno una laurea avendo abbandonato gli studi per fondare la Microsoft nel lontano 1975!

Bene ora ti svelerò il loro segreto!

Quello che accomuna tutte le persone ricche e di successo e che manca alle persone povere ed indebitate è la capacità di gestire in modo corretto i soldi!

Pensaci bene.

Da una parte hai attori famosi pagati profumatamente e fortunati individui che vincono somme da capogiro che nel giro di poco si ritrovano a combattere contro debiti e povertà.

Dall’altra hai persone che sfruttando le loro capacità e gestendo in modo corretto il loro denaro sono riusciti a costruire imperi e diventare ricchi oltre ogni immaginazione.

Da entrambi i lati abbiamo ingenti somme di denaro guadagnate ma solo chi ha saputo gestirle nel modo corretto ha avuto successo.

Ti posso inoltre dire con sicurezza che se la Microsoft o Amazon chiudessero domani o se la Borsa subisse un crollo, sia Bill Gates che Jeff Bezos che Warren Buffet non andrebbero incontro a nessuna difficoltà economica, perché nel tempo hanno saputo gestire nel modo corretto le loro finanze (Bill Gates ad esempio detiene solo il 2,7% delle azioni Microsoft mentre il resto dei suoi soldi sono investiti in altro) e non dipendono da una sola fonte di reddito.

 

L’importanza dell’Educazione Finanziaria.

Una corretta gestione dei propri soldi si impara grazie ad una buona Educazione Finanziaria, materia che troppo spesso viene snobbata.

Nessuno mai ti ha insegnato a come gestire il denaro a scuola vero?

Tutto quello che fanno è indirizzarti verso un lavoro o una professione e dirti di lavorare dal lunedì al venerdì (se sei fortunato), prendere il tuo stipendio a fine mese, mettere su famiglia, farti un mutuo per acquistare casa, prestiti per l’auto ecc ecc.

In pratica il modo migliore per diventare uno schiavo moderno!

Ma nessuno ti ha mai insegnato a come gestire i tuoi soldi senza indebitarti e senza sprecarli andando incontro a difficoltà economiche e alla povertà!

Ora puoi cambiare tutto questo!

Il mio obiettivo è proprio quello di aiutarti e guidarti nell’apprendimento della Educazione Finanziaria che ti permetterà di gestire in modo corretto il tuo denaro allontanando per sempre la possibilità di diventare povero!

Da diversi anni mi occupo di studiare questo importantissimo argomento e mettere in pratica quanto appreso. Ho imparato a gestire la mia fonte primaria di reddito e a crearne altre.

Inoltre ho conosciuto decine di altre persone con lo stesso obiettivo con le quali condividere esperienze e informazioni.

Ora tutto quello che ho imparato voglio trasmetterlo a te che stai leggendo.

Comincia subito il tuo percorso di apprendimento. Nel blog trovi molti articoli che ti aiuteranno a migliorare la tua Educazione Finanziaria e cambiare la tua vita per sempre.

Buona lettura e ricordati:

“Non è il denaro che ti rende ricco, ma piuttosto ciò che sai sul denaro” (Robert Kiyosaki)

 

Non dimenticarti di seguire la mia pagina Facebook e di condividere e commentare gli articoli. In questo modo sempre più persone potranno beneficiare delle informazioni presenti nel blog!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.