Crea il tuo business personale senza lasciare il tuo attuale lavoro grazie a 7 semplici regole

business personale

Avvia il tuo “piccolo” ma intelligente business personale di successo

Ti piacerebbe avviare un tuo business personale ma attualmente hai un lavoro e non vuoi rischiare di abbandonarlo per lanciarti in una nuova avventura?

Allora questo articolo fa al caso tuo!

Ti spiegherò infatti come puoi avviare un business personale senza lasciare il tuo attuale lavoro e senza correre rischi inutili.

Spesso è infatti la paura di non avere delle entrate sicure a bloccare le persone dall’avviare un business personale e sicuramente anche tu stai affrontando questa paura.

Fortunatamente vivi in un epoca dove la tecnologia ti offre molte più possibilità del passato per avviare un tuo business personale.

Oggi puoi permetterti di avviare il tuo business personale senza rinunciare alla sicurezza di uno stipendio fisso.

Il segreto per riuscirci è quello di non voler strafare e incominciare per gradi avviando un business che sia piccolo ma intelligente:

·         piccolo perché non necessita di grosse risorse economiche e di tutto il tuo tempo (perché continui a lavorare);

·         intelligente perché sfrutta al meglio le risorse che hai a disposizione per diventare un business di successo e consentirti, in futuro, di lasciare il tuo lavoro.

Oltre a queste due importanti caratteristiche il tuo business personale deve seguire alcune semplici regole che ti permetteranno di avviarlo e al tempo stesso continuare a lavorare.

 

Le 7 regole per avviare un business personale

1)    Trasforma il tuo hobby in un business

Per avviare un business da zero, senza smettere di lavorare, devi necessariamente utilizzare il tuo tempo libero; quindi devi fare in modo di fare qualcosa che ti piace.

In fondo lo scopo che vuoi raggiungere è quello di lasciare definitivamente il lavoro, che hai già, e che non ti piace! Non avrebbe senso sostituirlo con qualcos’altro che non ti piace fare, anche se si tratta di un business tuo.

Per prima cosa devi quindi pensare a come impieghi in tuo tempo libero. Quali sono le tue passioni ?

Ad esempio, potresti essere appassionato di cucina. Bene! Trova un modo per fare soldi cucinando!

Se pensi che non sia possibile ti sbagli di grosso e ti consiglio di leggere la storia di Sonia, la creatrice del famoso blog di cucina “Giallo Zafferano”, che grazie alla sua passione per la cucina ha avuto un incredibile successo: Giallo Zafferano – Successo.

Ovviamente questo è solo un esempio e se non sai cucinare non preoccuparti!

Qualsiasi hobby o passione tu abbia, al giorno d’oggi, puoi trasformarlo in un piccolo business personale, grazie agli strumenti che il web ti offre: creazione di blog, ebook da vendere, audio o video corsi, ecc.

Il bello è che, trasformando il tuo hobby in un business personale, non ti sembrerà nemmeno di lavorare!

 

2) Concentrati su un prodotto e non su servizi

Il primo pensiero che potresti avere, nell’avvio di un tuo business personale, è quello di utilizzare le conoscenze, che usi nel tuo lavoro, per offrire sei servizi.

Il problema con questo tipo di business è che finiresti solamente per crearti un altro lavoro simile a quello che hai già, in quanto non faresti altro che continuare a vendere il tuo tempo. L’unica differenza è che passeresti da Dipendente a Lavoratore Autonomo ma resteresti comunque “schiavo” del tuo lavoro. (per approfondire leggi questo articolo: Posso predire il tuo futuro finanziario (ma sei ancora in tempo per cambiarlo).

Molto meglio rispetto a fornire dei servizi è creare un prodotto e venderlo. Ad esempio potresti allestire un corso online, tramite il quale trasferire le tue conoscenze ai clienti, e venderlo.

O se sei uno scrittore puoi scrivere dei libri tramite Amazon, generando delle entrate passive.

Il trucco è riuscire a capire quale prodotto puoi creare e a quale nicchia di mercato fare riferimento.

 

3) Impara ad investire

Un altra regola da tenere in considerazione è quella di creare un business da investimenti.

Se non possiedi un hobby che può essere trasformato in un business il mio consiglio è quello di trovare quale tra le varie modalità di investimento dei tuoi risparmi ti piace di più e ti coinvolge.

Potrebbe essere la compravendita di immobili, il trading finanziario o qualsiasi altra forma di investimento che possa fruttare delle rendite.

Una volta capita qual è la tua “preferita” impara tutto quello che c’è da sapere su di essa diventando un vero esperto e comincia a mettere in pratica quello che hai imparato.

Oltre a guadagnare personalmente dalle conoscenze e competenze acquisite, investendo i tuoi soldi, potrai anche creare un business personale trasferendole a terzi come ti ho spiegato al punto precedente.

 

4) Lavora al tuo business e non per il tuo business

Quando avvii un tuo business personale la tentazione è quella di fare tutto il lavoro da solo.

Ma è molto meglio trovare dei collaboratori efficienti che possano lavorare per te in modo che tu possa usare il tuo tempo per gestire e costruire il business.

Ad esempio esistono degli scrittori che incaricano team di ghost writers (scrittori fantasmi) a scrivere articoli, o anche libri, al loro posto. Essi si limitano a revisionare il lavoro finito e a godersi il margine di profitto (dato dalla differenza fra quello che pagano ai ghost writers e quello che viene pagato a loro per il prodotto finito).

In effetti questa regola dovrebbe stare bene a mente a chiunque si accinga a fondare un’azienda e dovrebbe essere lo scopo finale, ovvero possedere un business automatico che genera entrate passive senza che tu abbia bisogno di lavorarci.

 

5) Forma un team di professionisti

La maggior parte di chi vuole creare un business personale non ha molte risorse economiche.

Di solito queste persone cercano di risparmiare tagliando tipologie di spese come quelle legali e contabili.

Ma non essendo esperti di questi argomenti, a lungo andare, ciò comporta dei costi, sia in termini di tempo che di denaro, non indifferenti, che avrebbero potuto evitare affidandosi a professionisti.

Crea un team di professionisti che ti aiutino nel tuo business personale. Focalizzati su quello che sai fare meglio (il prodotto) e lascia il resto al tuo team.

 

6) Gestisci al meglio il tuo tempo

Una scusa molto comune per non avviare il tuo business personale è quella di non avere tempo.

E’ una sciocchezza.

Hai sicuramente abbastanza tempo per gestire il tuo business personale! Basta che impari a gestire al meglio il tuo tempo.

Soprattutto devi smettere di sprecare il tuo tempo fin da ora: spegni la tv, riduci le uscite per divertirti e mettiti sotto! C’è un business da avviare!

Saresti sorpreso di quanto lavoro puoi fare in un paio d’ore ogni sera e sfruttando il week end.

 

7) Utilizza la tecnologia

Come ho accennato all’inizio dell’articolo, al giorno d’oggi la tecnologia può darti un aiuto enorme nella creazione del tuo business personale.

Attività che solo pochi anni fa necessitavano di ore, se non giorni, di lavoro, oggi possono essere automatizzate con appositi software.

Tramite i Social Networks, Facebook in primis, è possibile raggiungere un target di clientela molto più ampio del passato e fare pubblicità online.

E’ possibile creare nuove tipologie di prodotti vendibili online (info-prodotti ovvero ebooks, corsi audio e video, ecc.), vendere merci senza la necessità di avere scorte fisiche in magazzini propri, e tante altre possibilità.

 

Seguendo queste regole sarai in grado di creare il tuo business personale senza lasciare il tuo attuale lavoro.

L’importante è che tu abbia la giusta motivazione e non ti arrenda alle prime difficoltà; potresti infatti avere la tentazione di abbandonare tutto e tornare alla sicurezza che il tuo lavoro offre (anche se non è proprio così come spiego in questo articolo: Hai paura di diventare povero? Ecco come evitarlo!”).

E ricordati:

“Comincia a costruire i tuoi sogni, prima che qualcuno ti assuma per costruire i suoi” (Jim Rohn)

 

Non dimenticarti di seguire la mia pagina Facebook e di condividere e commentare gli articoli. In questo modo sempre più persone potranno beneficiare delle informazioni presenti nel blog!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*